News

A Pesca di Sicurezza in Umbria

Di Fabrizio Reali pubblicato il 09/04/14

 “A PESCA DI SICUREZZA” – Seminario gratuito con i consigli di Enel e delle Associazioni di Pesca Sportiva Umbria.

Dibattere della sicurezza elettrica associata alla pesca sportiva, favorendo l’apprendimento dei principi fondamentali per pescare senza incombere in nessun rischio.

Questo l’obiettivo del seminario “A pesca di sicurezza”, avvenuto all’Hotel Domus Pacis di Assisi venerdì 21 febbraiofavorito da Enel Distribuzione in collaborazione con AEIT (Associazione elettrotecnica, elettronica, automazione, informatica e telecomunicazioni), ANSE Umbria (Associazione nazionale seniores Enel),  Unae (Istituto di Qualificazione delle imprese di installazione di impianti elettrici), FIPSAS Umbria, Arci Pesca Fisa Umbria e EnalPesca Umbria.

I relatori presenti sono stati: il presidente Fipsas Umbria Vanni Giorgioni, il presidente Aeit Toscana e Responsabile Enel Infrastrutture e Reti Macro Area Centro Gianluigi Fioriti, il presidente Anse Umbria Enzo Severini e  il presidente Unae Umbria Franco Micanti.
Momento “clou” dell’intervento, le relazioni sui “Rischi associati all’elettricità” di Michele Pompei dell’Università di Perugia, seguito dall’approfondimento “Pescare in sicurezza” di Marco De Sanctis, Responsabile Sicurezza e Ambiente Enel Infrastrutture e Reti Toscana e Umbria. Conclude l’incontro Carlo Cambi, infermiere specializzato, con le procedere di primo soccorso da attuare ad un pescatore colpito da scarica elettrica.

Praticare la pesca sportiva è un’attività di relax che rigenera l’appassionato dallo stress quotidiano e diventa un’occasione per trascorrere una giornata tranquilla in compagnia di amici o parenti.

Come in altre discipline sportive, anche la pesca deve essere svolta stando attenti a diverse, semplici ma importanti regole di sicurezza, principalmente se si sta pescando nelle vicinanze di linee elettriche.

La prospettiva e l’obiettivo dell’incontro è stato quello di perfezionare il modello di sicurezza, richiamando l’attenzione dei pescatori sui rischi elettrici realmente presenti lungo i corsi d’acqua, trascurati per imprudenza, consigliando azioni di buon pratica.

Circa 65 persone hanno partecipato e contribuito attivamente a tale seminario ricevendo uno splendido gadget come ricordo: la maglietta blu in foto con su scritto “Un bravo pescatore tiene d’occhio la corrente”, morale dell’incontro.

Scritto da Fabrizio Reali in collaborazione con Andrea Antonini


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: