Blog Del Direttore

Animalisti contro la pesca: la nuova moda.

Di Gionata Paolicchi pubblicato il 12/07/11

Siccome è proprio il caso di dire che non sanno più che pesci prendere, da qualche tempo a questa parte c'è una maggiore attenzione da parte degli animalisti alla pesca sportiva. Un primo avviso lo abbiamo avuto a Salerno, durante il Fishing Festival: una civile protesta che non ha, ad onor del vero, destato molte preoccupazioni. [gallery]
nelle prime due foto la protesta di Salerno, la terza foto alla Pesca del Cuore uso della nassa.

Ma quanto leggiamo invece su alcuni siti, post Pesca del Cuore, ci fa davvero sorridere. In buona sostanza dicono che per fare un evento benefico abbiamo ucciso delle Orate... quindi che Carlo Conti e tutti gli altri si devono vergognare... ma forse non sanno che: i pesci durante la gara sono tenuti in vivo nelle nasse... che a fine gara vengono rilasciati... ma soprattutto che non stiamo pescando in un ambiente libero, naturale, normale, stiamo pescando dentro la laguna di Orbetello, una sorta di allevamento gigante!!! Quelle Orate insomma, di li a breve, vengono prese con le reti e rivendute al mercato! Abbiamo appunto scelto questa location pensando anche al fatto di essere inattaccabili dagli animalisti! Pensate che Giorgio Panariello, è un attivissimo animalista, ma dopo aver saputo come in effetti stanno le cose per la Pesca del Cuore, ha deciso di partecipare, lo scorso anno, alla cena di gala dell'evento. Magari cari amici animalisti, prima informatevi, almeno evitate di fare figuracce... anche se a dire il vero, le vostre figuracce, sono il nostro ossigeno... alla prossima.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: