Colmic presenta Foce NX

di redazione pubblicato il 28/12/16

Chi frequenta le foci fluviali, sa bene quanto sia importante essere perfettamente in pesca anche ad una discreta distanza da riva; e sa anche quanto conti presentare la propria esca nel modo più naturale possibile, senza per questo dover ricorrere a zavorre di peso troppo elevato rispetto alla tecnica che si sta mettendo in atto. Molte volte con le bolognesi classiche, per quanto si possa essere stati abili nel gestire l'attrezzo, è risultato quasi impossibile effettuare una passata corretta, se non sotto la punta della canna o comunque non molto lontano da essa. Tutto ciò, a causa di svariati e noiosi motivi, quali umidità, azione del vento e soprattutto in funzione della doppia corrente, a cui tutto l'impianto pescante deve tener testa in questi particolari ambiti. E' questo il motivo per il quale abbiamo provato ad adoperare le roubaisienne, ma purtroppo abbiamo anche constatato a nostre spese, che il loro alto potenziale tecnico diminuiva drasticamente con l'utilizzo di terminali sottili: terminali che poco consentono, quando si ha a che fare con pesci "potenti" e nell'ordine dei 4 o 5 chilogrammi di peso. E abbiamo utilizzato lunghe telescopiche adattate e montate come bolognesi, così come le altrettanto lunghe teleregolabili da trota; ma sempre e comunque a discapito della gestibilità, dell'affidabilità e dell'azione. Inevitabilmente troppe delicate e morbide le prime; troppo rigide e pesanti le seconde. Insomma, un bel grattacapo che fino ad oggi nessun azienda produttrice era stata in grado di risolvere. Ma da oggi, Colmic, è felice di annunciare che ha un nome da consigliarvi spassionatamente; un indirizzo, una cura, una risposta alla vostre domande, un nuovo attrezzo con il quale potrete venire finalmente a capo di questo enigmatico problema.
Si chiama FOCE NX ed è una serie di canne bolognesi da 9/10/11 e addirittura 12 mt, con le quali sarete in grado di affrontare tutte le situazioni e di superare quei limiti di cui abbiamo parlato finora.
Si tratta di attrezzi affidabilissimi, contraddistinti da una prontezza inaudita e da una bilanciatura che  non trova nessun tipo di riscontro sul mercato attuale: un qualcosa di unico, che nessun occhio esperto potrà fare a meno di notare. La realizzazione di un nostro sogno: anni luce di distanza, rispetto a qualsiasi altra stella appena luminosa, nell'ampio firmamento delle canne da pesca.
Queste bolognesi nascono appositamente per risolvere tutte le problematiche di pesca in foce, ma ovviamente l'impiego ultimo è solo una vostra prerogativa. Il loro limite, in buona sostanza, è solo determinato dalla fantasia del pescatore.

La FOCE NX 300, è in grado di soddisfare tutte le esigenze di pesca, e in seguito ai vari test effettuati, anche in carpodromo, ci hanno restituito dati di estrema affidabilità sia per quanto concerne la fase di lancio, sia per quanto riguarda il recupero di grosse prede.
Canne pertanto che trovano un ampio range d'utilizzo, che spazia dalle più profonde acque portuali (dove sarà possibile pescare con impianti fissi anziché scorrevoli),alle foci dei fiumi, a quelle dei canali, e perché no, anche in acque interne, durante le sessioni che fino ad oggi hanno visto impiegata esclusivamente la roubaisienne.

COLMIC FOCE NX: semplicemente l'equilibrio di forze e prestazioni, al cospetto del pescatore.






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)