News

CORSO FIPO-MIPAAF PER NUOVE FIGURE PROFESSIONALI

Di redazione pubblicato il 02/08/14

PESCA SPORTIVA E TURISMO MARITTIMO: CORSO FIPO-MIPAAF PER NUOVE FIGURE PROFESSIONALI
Portare i turisti a pesca in mare affidandosi all’esperienza e alla competenza di una guida in grado di accoglierli appropriatamente, di rispondere alle loro esigenze e di soddisfare curiosità e richieste per garantire catture e divertimento con differenti tecniche, sia dalla barca che dalla riva. E al contempo offrire un servizio che alla conoscenza delle bellezze dei nostri mari e delle nostre coste, unisca il piacere di praticare la pesca sportiva nel rispetto delle norme e dei regolamenti sul prelievo ittico. È il tema del corso di formazione ideato ed organizzato dalla Fipo (Federazione Italiana Produttori Operatori articoli pesca sportiva) con l’autorizzazione ed il patrocinio della Direzione pesca e acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e svoltosi a Roma il 30 giugno ed il 14 luglio scorsi con l’obiettivo di sviluppare una nuova figura professionale: l’operatore turistico per la pesca ricreativa in mare. Il corso, dedicato in primis ai negozianti del settore, ha visto la partecipazione di circa 15 commercianti del Lazio e della Toscana. Tra i docenti anche il pluricampione di pesca da natante Marco Volpi. “In Italia la pesca sportiva e il turismo sono due settori divisi, che non interagiscono tra loro come accade ad esempio, e con sperimentato successo, in altri Paesi – afferma il presidente della Fipo, Ciro Esposito -. Si tratta di una vera e propria anomalia, finora mai affrontata con politiche di supporto e sviluppo che potrebbero portare alla creazione di nuove opportunità occupazionali, e che costituisce anche un paradosso in ragione dell’ampio e numeroso pubblico di appassionati della pesca in mare. Il settore produttivo italiano della pesca ricreativa, rappresentato dalle aziende associate alla Fipo, ritenendo
che esistano margini e spazi di intervento per un’iniziativa pilota volta a istituire questa nuova figura professionale di guida per la pesca, ha dunque organizzato il corso di formazione, approvato dal Mipaaf. Scopo del progetto, che ci auguriamo di ripetere in futuro con la collaborazione dei negozianti, è quello di tentare di integrare il loro reddito con l’offerta di servizi turistico-escursionistici di pesca in barca e dalla riva, incentivando al tempo stesso la pesca dilettantistica e promuovendo la conoscenza dell’ecosistema marino e delle norme che regolamentano la pesca medesima”.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: