Blog Del Direttore

Di ritorno, ancora sul Tonno Rosso

Di Gionata Paolicchi pubblicato il 13/08/11

il 4 agosto, era quasi mezzanotte, mi trovavo sempre online quando scovo sul sito FIPSAS la news riferita allo stop della pesca al Tonno Rosso. La prima reazione che ho avuto è stata poco proffesionale forse, mi sono, per così dire, un pochino arrabbiato con il mondo, ma del resto non mi considero solo un giornalista della pesca, ma un pescatore in primis. Di li a 5 ore, ero poi di destinazione Aeroporto per le ferie e una volta arrivato a Tenerife scopro che non mi ricordo la password per aggiornare il mio blog e da li... riesco solo ad inserire una news su Pescareonline con un aggiornamento che ritrovo sul sito FIPSAS e che dice "la FIPSAS ci tiene a precisare che sara' possibile pescare il Tonno Rosso purche'il pesce venga rilasciato e che le competizioni di pesca al Tonno sono autorizzate. Al momento mi trovo alle Canarie e non riesco a scrivere di piu' ma se andate sul sito http://www.fipsas.it/ potete leggere tutto" come vedete non ci sono le lettere accentate, ma apostrofate, perchè nella tastiera spagnola le vocali con l'accento non le trovavo. Ovviamente tengo a precisare questo, perchè ho visto che fin da subito, il Pres. Matteoli e la FIPSAS hanno fatto quello che io invocavo qua sul blog e cioè "di rimboccarsi subito le maniche". In effetti va detto che la Federazione ha fatto il possibile e l'impossibile, muovendosi sin da subito, dal giorno 3 tardo pomeriggio se non erro, per tutelare al meglio tesserati e NON TESSERATI. Purtroppo non è colpa della FIPSAS o di qualcun altro se il Ministro ha deciso di punto in bianco di chiudere la pesca al Tonno Rosso dicendo che siamo arrivati alla quota, ma almeno, abbiamo avuto un segno tangibile, che qualcuno si è mosso a difesa dei pescatori tutti. Dovevo questo alla FIPSAS (ed anzi si stavano già preoccupando del fatto che fossi sparito... ma per fortuna anch'io vado in ferie ogni tanto) e faccio a loro di nuovo i complimenti per il lavoro svolto da Presidente e dallo staff FIPSAS negli ultimi anni, davvero bravi. Ovvio che il pescatore amatoriale ci sia rimasto male, uscire a pesca, prendere un bel Tonno e non poterlo portare a casa capisco sia dura, difficile, forse impossibile, ma dobbiamo imparare, ci dobbiamo abituare, questo succede all'estero da anni... il problema però forse è un altro: conoscete voi un fungaiolo che a 2 kg si ferma e va a casa??? Io no. E' la nostra indole allora? La nostra mentalità da cambiare? Si, sicuro, mettiamocela tutta.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: