News

Diminuisce la quota del tonno rosso per i pesca-sportivi

Di redazione pubblicato il 03/07/13

Magari noi di POL vi sembreremo controcorrente a dirvi certe cose... ma... intanto vi riportiamo quanto trovato sul sito "APR"

"Come ci aspettavamo arriva puntuale il decreto di riduzione della quota di tonno rosso per i pescatori ricreativi. La stagione non è ancora iniziata, ma il grande 'successo' di cattura della pesca commerciale (già esaurita la quota della pesca a circuizione e delle tonnare fisse, e in esaurimento la quota destinata ai palangari autorizzati)  ha incoraggiato il Ministro ad emanare un Decreto per così dire 'cautelativo' nei confronti di eventuali catture accidentali e/o illegali. La quota destinata alla pesca ricreativa è stata così ridotta di 30 tonnellate, passando dalle 40 iniziali alle 10 attuali. Le 30 tonnellate sono state traslate nella cosiddetta "quota indivisa-UNCL" e riaperta la possibilità di by-catch che, contrariamente a quanto previsto inizialmente, autorizza i pescatori commerciali alla cattura accidentale, e conseguente sbarco, di una quantità di tonni pari alle 30 tonnellate tolte alla pesca ricreativa. Esaurite le 10 tonnellate a noi assegnate potremo continuare a pescare i tonni con il metodo del Catch&Release. Consigliamo vivamente la lettura del decreto, le motivazioni che lo hanno originato e in particolare il paragrafo che tratta del by-catch (pesca accessoria)."

Riprendiamo noi il discorso... dobbiamo cambiare la ns mentalità ed abituarci all'idea che il tonno rosso deve essere una preda da Catch & Release. Lo sappiamo che il tonno è buono, molto buono da mangiare, ma le strade da percorrere sono solo due: vogliamo tonno rosso da mangiare? Allora se poi ci metteranno una tassa di 1000 euro l'anno ad ogni barca per pescare un tonno rosso l'anno... non ci lamentiamo, oppure pratichiamo il catch & release. Da dire inoltre che da mesi molti pesca-sportivi uccidono tonni che portano a casa già sfilettati... multe? Nemmeno l'ombra. E allora diamoci una svegliata!!!


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: