News

Fulmini... un pericolo soprattutto per i pescatori...

Di redazione pubblicato il 07/07/13

Sul Washington Post di ieri c’è un articolo riguardante le persone colpite dal fulmine nel periodo tra il 2006 e il 2012 negli Stati Uniti. L’aspetto interessante che emerge dall’articolo è che la gente viene colpita per lo più mentre si sta divertendo. E sapete quel’è l’attività all’aria aperta con maggiori decessi? Un piccolo suggerimento: non è il golf.
Su 127 persone colpite e uccise dal fulmine in questi 6 anni, ben 26 erano pescatori, cioè l’11%. Seguono i campeggiatori con 15 morti (6%), 14 persone che erano su di una barca (6%). Ultimi della lista, sorprendentemente, i giocatori di golf, con solo 8 caduti (3%).

Quindi perché mai la gente con quei ridicoli pantaloncini corti e che agitano mazze metalliche nei prati vengono fulminati così poco? Perché, secondo l’articolo (e io credo proprio che sia così), i golfisti capiscono quando è l’ora di smettere mentre i pescatori no. Quando sostengo che i pescatori non capiscono quando devono smettere, non intendo dire che continuano a pescare nel bel mezzo di un temporale. Ma sareste dei bugiardi se affermaste di non avere mai detto al vostro amico, durante una battuta di pesca alle prime avvisaglie di una burrasca: “Facciamo ancora una decina di lanci e vediamo se si allontana”.

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: