News

Gita Surfistica in Corsica

Di Michele Nardi pubblicato il 12/07/13

Dopo i grandi successi delle passate edizioni delle varie gite surfistiche, abbiamo aperto le iscrizioni per la prossima gita che si terrà in Corsica, durata sette giorni, dal 30 Settembre al 6 Ottobre 2013. Abbiamo fatto una vera "guerra" per ottenere un prezzo tutto compreso accettabile dato che la Corsica è tristemente famosa in fatto di prezzi. 

Saremo ospiti dello stupendo Residence Arinella situato a circa 10 km da San Fiorenzo. Un nutrito programma di pesca ci attende e di sicuro faremo di tutto per destinare alla gratella i grossi e famosi pesci isolani. Da parte mia posso dirvi che vi accompagnerò nelle spiagge più pescose e che se il mare non sarà proprio piatto i pesci non dovrebbero mancare. Alcune di queste meravigliose spiagge le ho già provate di persona ed ho avuto spesso dei risultati che non ho mai ottenuto in nessun altra parte del Mediterraneo, non tanto di quantità, quanto di qualità del pescato.

Non serve portarsi dietro camionate di attrezzatura ma come sempre è utile puntare al sodo: una coppia di archi (canne) potenti con relativi muli (mulinelli) non possono mancare nel bagaglio dei cercatori d’oro! I muli devono avere almeno tre bobine di ricambio cadauno. Vediamo di delinearne il tipo d’imbobinamento.

Bobina n° 1: filo Ø 0,18/0,20 con shock adeguato. Utile per il lancio lungo, anche se le spiagge che troveremo sono molto profonde può sempre servire, specialmente pescando in quella sotto al Residence che è la meno profonda di tutte e dove spesso qualche metro in più fa la differenza.

Bobina n° 2: filo Ø 0,22/0,25 con shock adeguato. Indispensabile per la pesca ordinaria, con cui faremo quasi tutte le pescate.

Bobina n° 3: filo Ø 0,35/0,40 diretto. Indispensabile per la pesca sotto riva, pesca col vivo e per quella a mare mosso quando la presenza dello shock è solo un impiccio.

Ovviamente ci sono da aggiungere ami, fluorocarbon (indispensabile per travi e finali), piombi di varia foggia, filo elastico, tripodi o picchetti a scelta e magari un piccolo raffio, utile nel caso che qualche squaletto faccia i capricci!

Come esche consiglio in primis la sarda fresca, che in tutta la Corsica è da ritenere l’esca principale con qualsiasi condizione di mare. Si può reperire in zona insieme alle altre esche di pescheria (seppia, calamaro, cefalo) presso il supermercato e la pescheria a San Fiorenzo, comunque è sempre meglio portarne una scorta da casa nell’eventualità che ne siano entrambi sprovvisti. Non possono mancare i vari vermi come bibi, americano, verme di Rimini (foto) e cordella (molto amata in Corsica da tutte le specie ittiche). 

 

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: