Itinerari Italia

Le acque del basso Vercellese

Di Walter Scandaluzzi pubblicato il 29/04/12

Con questa denominazione intendo le acque nei dintorni di circa 30 km dal capoluogo di provincia ed escludo volutamente Cervo ed Elvo già trattati.

 Sono parecchi i canali e rogge in questa zona; A Vercelli vicino al Carrefour scorre  una interessante roggia dal nome sconosciuto con 2 belle buche. Una vicino all’ Ipermercato e una altra 1.5 Km circa a monte dietro ad un rottama auto; Fra le due il corso scorre abbastanza lento con profondità di 1 metro circa. Qualche cavedano, alborelle, carpe anche di discrete dimensioni e altre specie saltuarie. Ideale per fare una passata sfiondando ogni tanto un po’ di bigattini a monte mettendo pure la seconda canna a fondo con vermi o mais. Nelle buche vi sono pure dei lucci non grossi; l’ ultimo lo presi a spinning tirando ai cavedani ed era 1.5 kg.  Abbocco ben 5 volte al minnow nel giro di 10 minuti prima di rimanere agganciato e poi nella slamatura si dimenò, si slamo col risultato che dovetti andare al pronto Soccorso del Sant Andrea (Osp di Vercelli) a farmi togliere l’ artificiale dal dito pollice. NON chiedetemi se fù rilasciato il pesce………

 Seguendo la strada verso Casale abbiamo una roggia FIPSAS in cui non ho mai pescato ma sembra interessante dalla conformazione.

 Stessa cosa per la roggia che scorre a Borgovercelli in gestione FIPSAS No/CAGeP

 Tornando sulla SS 31 al bivio per Pezzana a sinistra e Asigliano a destra troviamo la roggia Bona che passa sotto la strada; Andiamo per il secondo paese e alla prima a sinistra trovate la roggia e una grossa buca attualmente No Kill. Carpe parecchie, minutaglia, rari cavedani, un po’ di siluri medio-piccoli e qualche luccio. Possibile ma non redditizia la pesca col galleggiante. Quindi pesca a fondo classica con mais (molto frequentato il tratto dai locali) o spinning medio-pesante.

 Appena dopo Stroppiana troviamo la Marcova che è più grossa della precedente con una grossa buca a monte della strada (attualmente cioè al 2012 è divieto di pesca); Ma una altra buca profonda e grossa la troviamo a Caresana girando dalla circonvallazione verso Villanova M.

Stessi pesci della Bona ma un po’ più grossi con anche qualche barbo.

 Da Vercelli vero Novara se si gira verso Palestro ci sono 3 interessanti rogge con stessa tipologia di pesci ed anche lucioperca (per ora li ho presi solo piccoli e a passata) ma il territorio è un alternarsi amministrativamente fra le provincie di Vercelli, Novara e Pavia.

 

Ma eccoci a sua maestà il SESIA!!! Ricevuto il Cervo con già acqua anche dell’ Elvo qualche km a monte della città diventa un signor fiume e personalmente molti anni fa lo consideravo più pescoso di altri più rinomati del Nord. La conformazione è ancora in buona parte la classica dei grossi fiumi del mondo con un andamento sinuoso; lame molto lunghe, profonde mediamente 4 metri con buche di anche 8 a Terranova… ma li siamo già in provincia di Alessandria. Massificazione antica (Massi da montagna di grosse ma varie dimensioni) in cui si è infilata la terra ed è nata la vegetazione e che in acqua lasciano tane per i pesci e spiaggia in sponda opposta di sabbia o piccoli sassi. A VC nella zona detta “i 2 ponti” cioè fra il ponte della ferrovia e il ponte della strada che porta nel novarese vi è una bella lama No Kill ciprinidi della FIPSAS

Cavedani rarefatti, savette e lasche sparite, minutaglia col caldo ma manco troppa. Fino a Vercelli ogni tanto esce qualche marmorata o ibrido di discesa prese casualmente da pescatori a spinning al luccio.

Esox ha ancora qualche esemplare BIG in circolazione ma sono i siluri a farla da padrone con pesi quasi da Po. Accertate catture sui 50 kg.

I barbi dell’ est sono presenti e anche grossi ma a branchi qua e là e quindi si può andare dalla ottima pescata al capotto pure a ledgering.

Aspi assicurati e perca molto meno.

Le lanche del fiume sono 3; Una a Prarolo in sponda orografica destra ed è la più grossa del Piemonte con grosse carpe e anche BB e un po’ di persici reali. Altre due sono in sponda opposta svoltando a destra in qualche stradina sterrata percorrendo la strada per Palestro e poi seguendo in auto l’ argine principale. La prima che si incontra è collegata al fiume solo per grosse piene e quindi meno pescosa della seconda che invece lo è.

Dopo la seconda lanca vi è sul fiume un campo gara con carassi; Oltre il corso è sbarrato per far uscire il canale o roggione Sartirana.

 

Permessi: Licenza e FIPSAS quasi ovunque

 

vercelli@fipsas.it

 

SETTORE AGRICOLTURA
SERVIZIO VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE FLORA E FAUNA
Piazza Mazzini
13100 - Vercelli


Tel. 0161-590.261
Fax 0161-215013
raviglio@provincia.vercelli.it

Ufficio Amministrativo
Tel. 0161-590343
lebiu@provincia.vercelli.it

 

 

Negozio di pesca: Luciano Pesca in Via Casale a Vercelli in  zona cappuccini a pochi metri dal Sesia.

 

http://www.lucianopesca.it/

 

Da vedere: basilica di Sant Andrea vicino alla stazione che è uno dei capolavori gotici in Italia

 

Cosa comprare: Riso e biscotti bicciolani

 

Video

 

http://www.youtube.com/watch?v=1VCD5w_oz2U&context=C4af705bADvjVQa1PpcFOXXAzehErluYlrXOzgQhRoI09sq9GDS84=

 

http://www.youtube.com/watch?v=OBkv9l2Jeng


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: