News

STOP al massacro di spigole sotto misura minima!

Di Marco de Biase pubblicato il 11/06/13

La storia si ripete. Stavolta, però, ci auguriamo che vi sia un lieto fine. Come ogni anno, l'arrivo dell'estate in Puglia coincide con l'invasione di porti e scogliere da parte di turisti e pescatori dilettanti che, talvolta, hanno la cattiva abitudine di portare tutto a casa. Scene come quella in fotografia sono all'ordine del giorno. Spicolette, orate, cefaletti e minutaglia di qualsiasi genere cade vittima di un massacro ingiustificato. L'ignoranza galoppante tra i pescatori è espressa da frasi del tipo "le porto a casa per darle al gatto" o "sono buone nella zuppa perchè danno sapore". Parole del genere possono solo far rabbrividire.

Tanta di gente senza scrupoli la pensa così. Molti se ne infischiano dell'enorme danno ambientale che può provocare una pesca indiscriminata di pesci sotto misura minima. Altri lo fanno innocentemente perchè non sono stati educati al rispetto dell'ambiente marino. Un gesto così incivile nasce anche dalla mancanza di controlli lungo le coste (tema che necessita un dibattito ancora più aperto).

Abbiamo il dovere di fermare questo scempio. Dobbiamo impegnarci e tentare di educare chi sbaglia. Possiamo farlo con parole gentili o per mezzo di ammonimenti. Siamo nel giusto! Non dobbiamo avere paura nel rimproverare un gesto così stupido.

Ringraziamo lo spazio concesso da Pescareonline e invitiamo a visitare il link di Pescanet.it per maggiori dettagli: http://www.pescanet.it/news.php?id=449

 

Grazie
Marco de Biase
Presidente dell'Associazione Pescanet

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche: