Il sito di pesca sportiva riservato ai giovani e giovanissimi

Pesca alla trota: pesca al tocco in torrente

di Samuele Maffei pubblicato il 15/09/10

La pesca al tocco nei torrenti è una pesca che mi ha sempre affascinato poiché è una pesca che può sembrare semplice, ma in verità è molto difficile e ricca di tecnica. Ci sono molte varietà di  montature da utilizzare per ogni tipo di ambiente.

Adesso parliamo un po’ di questa tecnica con riferimento all’attrezzatura di base.

Attrezzatura

LE CANNE:

Le canne che preferisco utilizzare nella maggior parte dei torrenti sono le teleregolabili perché  si adattano a tutti i tipi di ambienti. È  importante avere una canna di almeno sette metri con un azione piuttosto rigida e che chiusa non risulti molto lunga. Poiché con queste canne dobbiamo sostenere dei piombi buona grammatura dovranno essere molto ferme nella parte centrale. Una buona canna si vede quando avendo appeso alla lenza un piombo di circa dieci grammi è rigida nella parte centrale mentre è flessibile sul cimino.

Comunque, se conosciamo bene il luogo dove poi eventualmente pianificheremo una battuta di pesca è tranquillamente possibile utilizzare una bolognese o una qualsiasi canna da lancio. La canna adatta è intorno ai cinque metri, leggera,manovrabile e affidabile. Con questo strumento devono essere possibili dei lanci da dieci a trenta metri in condizioni di libertà  e pochi metri in zone frastagliate e ricche di vegetazione. Vorrei ricordare a tutti i lettori che oggi la maggior parte di canne da trota è fatta di carbonio che è un ottimo conduttore di elettricità e quindi bisogna prestare la massima attenzione ai fili elettrici che si possono incontrare durante il nostro percorso di pesca.

I MULINELLI:

Il mulinello è uno strumento importantissimo che per poter  utilizzarlo al meglio deve avere delle caratteristiche fondamentali:

-deve avere una buona frizione

-non deve essere di dimensioni eccessive

Di solito nella pesca al tocco non si fanno lanci eccessivi, quindi fate più caso alla frizione che alla forma o alle dimensioni della bobina.

Accessori:

AMI:

L’amo è un elemento fondamentale in tutti i tipi di pesca che può variare dal pesce o dall’esca.

Le esche “classiche” per la pesca alla trota (che dopo andremo ad analizzare)sono la camola e il verme di terra. Per il verme di terra gli ami fondamentali sono dal numero 2 al numero 6, con un gambo lungo  e sottile comunemente di colore bianco. Alcuni tipi sono specifici per l’innesco del verme ed hanno dei piccoli ardiglioni sul gambo. Per la camola del miele dovrà essere a gambo medio e sottile dal numero sei al numero dieci. Pescando al tocco sarà importante utilizzare ami a curvatura ampia, poiché la ferrata dovrà essere immediata

PIOMBI:

Per i nostri scopi servono tre tipi di piombi:

-Piombi sferici tagliati:sono piccoli piombi di forma sferica di solito distinti dal diametro e in esso si trova una profonda incisione in cui si dispone il filo e stringendo questa incisione magari con l’ aiuto di pinze si fissano

-Spirali:sono zavorre realizzate con filo di piombo

-Pallettoni:sono piombi di forma rotonda in norma dai tre ai trenta grammi. Per la pesca amatoriale la grammatura che consiglio  sono da cinque a dieci grammi.

GIRELLE:

Sono piccoli,utilissimi accessori. Sono in commercio moltissimi tipi e misure, ma per la pesca amatoriale il barilotto e la versione con moschettone del numero sedici sono sufficienti.

 Esche:

I VERMI DI TERRA:

Ne esistono moltissimi tipi, ma si possono dividere in due gruppi:i vermi che si acquistano nei negozi e quelli che si raccolgono naturalmente. 

LE CAMOLE DEL MIELE:

Sono piccole larve di colore chiaro e vengono distribuite in scatole che contengono almeno 20 esemplari ciascuna. È un esca molto redditizia e estremamente economica.

 

Spero di avervi regalato tutta la mia esperienza sulla pesca al tocco alla trota.

 

Ciao e al prossimo articolo!



Condividi e seguici anche su:

  


Commenti

Icona utente Erik il 26/10/10
per la tua età ne sai parecchio complimenti continua così
Icona utente samuele il 31/10/10
grz 1000
Icona utente Andrea il 01/02/11
ottimo il consiglio per la pesca in torrente
Icona utente raffaele il 11/03/11
ciao, mi consiglieresti che tipo di fili usi o meglio che potrei "installare" io sulla mia teleregolabile... filo che va in bobina, filo per montatura (spezzone dove apllico la mia corona) e terminale? ti spiego solamente che pesco in torrenti quasi montani, con portata d'acqua variabile ma normalmente non grossissima. ti ringrazio anticipatamente per le informazioni. p.s. i diametri li so perchè addottatti da amici pescatori, di buon livello (alcuni anche a livello nazionale) più che altro mi serve proprio il nome esatto e/o la marca, perchè proprio in negozio, quando chiedo uno 0.24 ad esempio mi rifilano roba strana che magari non riescono a smerciare... spero di non essere stato troppo lungo e aggrovigliato nel presentarti il mio quesito. ciao Raffaele
Icona utente Gabriele Marchi il 26/04/11
non so, a sentire dalla pronuncia sento che sei romano, posso anche sbagliarmi, qui da noi ci sono molti torrenti,in granparte sono con piccoli pozzetti quindi non molto pratici, poi un altro problema è che, come forse sai, molta gente non pratica + la pesca in torrente quindi non ributtano a monte trote, ci sono torrenti che ormai sono vuoti: penso che tu abbia una piccola fortuna, comunque la pesca diventa più avvincente. Ti consiglio di provare anche il minnow snodabile. anch'io penso di avere la tua età (12anni), forse te sei un pò più grande e penso che tu sia consapevole che ce ne sono pochi come noi che sono disposti a fare cappotti pur di andare in torrente,in fiume e noi laghi.

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di
controllo